Facebook Twitter

Menja't una cama

Gabriel Ferrater
Se posso
Qualcosa è entrata
in qualche verso che so
di poter scrivere, e non
so quando, né come, né che cosa
deciderà di dire. Se posso
lo spingerò verso di te.
Che dica i tuoi capelli
o la scaglia di sole
che ti tremola in quest’unghia.
Ma forse non sempre,
avrò abbastanza in mente
ciò che ora vedo in te.
Ho udito il suono oscuro
di una cosa che mi cade
in qualche pozzo. Quando riapparirà,
saprò riconoscere che essa
proviene da questo momento?
Traducido por Livio B. Wilcock
Gabriel Ferrater, Se posso. Milà: Bompiani, 1962, pp.333.
Gabriel Ferrater (Diario de Barcelona, 1979)
Buscador de autores
A-B-C-D - E-F-G - H - I
J - K - L - M - N - O - P - Q - R
S-T-U-V-W-X-Y-Z
Traducciones de la literatura catalana
Pueden consultar más páginas sobre la literatura catalana en traducción en:
Poesía
Con el soporte de: